Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sloviansk, la roccaforte dei separatisti filorussi, ed altre cittadine vicine della regione ucraina orientale di Donetsk, sono rimaste senza acqua dopo che un attacco militare dell'esercito ucraino ha danneggiato una centrale elettrica che alimentava la Voda Donbassa Company, l'acquedotto che fornisce acqua potabile all'intera regione. Lo riferisce una fonte dei ribelli, citata da Itar-Tass.

Gli abitanti dispongono solo delle riserve d'acqua già accantonate o dell'acqua minerale venduta nei supermercati.

Sono rimasti senz'acqua anche Kramatorsk, Druzhkovka, Konstantinovka ed altri sei insediamenti minori. L'ufficio stampa del ministero delle situazioni di emergenza ha riferito che è stato organizzato un servizio di camion per le forniture di acqua a Druzhkovka, Dzherzhinsk, Konstantinovka e Kramatorsk e ha precisato che le forniture di acqua saranno ripristinate "dopo che finiranno le ostilità militari nell'area" interessata

SDA-ATS