Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Gazprom ha annunciato di aver rinviato al 16 giugno l'ultimatum all'Ucraina per il pagamento del suo debito sulle forniture di gas e la continuazione del servizio. La proroga coincide con la prosecuzione degli incontri a Bruxelles fra Ue, Russia e Ucraina sulla sicurezza energetica.

Se Kiev non pagherà quanto richiesto, a partire dalle "10 del mattino di lunedì" Mosca introdurrà per l'Ucraina un sistema di pagamento anticipato delle forniture di metano, ha detto l'amministratore della Gazprom, Alexiei Miller, sulla scia dei negoziati di ieri sera a Bruxelles con il Commissario europeo per l'Energia Gunther Oettinger.

SDA-ATS