Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In Ucraina "il cessate il fuoco è sempre minacciato ed è stato più volte violato: va invece osservato pienamente": lo ha detto a Parigi il presidente francese François Hollande. "Siamo più che mai convinti che gli accordi di Minsk vadano applicati", ha aggiunto il capo dello Stato, esprimendosi al fianco della cancelliera tedesca Angela Merkel.

Hollande ha anche sottolineato l'esigenza del "ritiro delle armi pesanti e la liberazione dei prigionieri". "È ciò che dobbiamo cercare di facilitare", ha continuato Hollande, sottolineando che insieme alla cancelliera tedesca "continueremo a lavorare per l'applicazione di questi accordi di Minsk".

Non ho conferma dell'ingresso di carri russi in Ucraina (come sostenuto da Kiev, nedr), ma c'è il rischio di una escalation se il cessate il fuoco non viene rispettato", ha insistito Hollande. Alla domanda sulla possibilità di sanzioni supplementari, il leader francese ha affermato che "ogni Paese che viola gli accordi di Minsk sull'Ucraina si espone a sanzioni". "Non facciamoci illusioni, il processo di pace in Ucraina richiederà tempo", ha ribadito da parte sua Angela Merkel.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS