Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Ritornerò appena possibile e farò di tutto perché la vita degli ucraini sia più facile": lo ha detto il deposto presidente ucraino Viktor Ianukovich al primo canale russo, sostenendo che ora "il principale obiettivo è fermare la guerra".

"Nessun regime vale le perdite che l'Ucraina ha sofferto dopo gli eventi del 21-22 febbraio 2014", ha osservato l'ex capo di Stato, fuggito in Russia un anno fa sull'onda della rivoluzione del Maidan.

Manifestazione a Mosca

Sono almeno 35 mila, secondo la polizia di Mosca, i partecipanti alla marcia anti Maidan in corso nella capitale russa. Molti sono vestiti da cosacchi. In piazza una marea di bandiere - da quella russa a quella delle autoproclamate repubbliche di Donetsk e Lugansk - e di slogan inneggianti al Donbass, alla Crimea, alla Russia, e contro Obama e gli Usa.

La colonna si è diretta lungo via Petrovka sino a piazza della Rivoluzione, dove è previsto un comizio. Tra i manifestanti figurano rappresentanti dell'Unione combattenti, del consiglio dei veterani di guerra dell'Afghanistan, dell'esercito cosacco e del club di biker Lupi Neri, guidato da Aleksandr Zaldostanov, detto 'il Chirurgò, recentemente sanzionato dagli Usa.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS