Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'esercito ucraino sostiene di aver riconquistato la città di Iasinuvata, a circa 20 chilometri a nord di Donetsk, roccaforte dei ribelli separatisti. "La liberazione della città - ha detto il portavoce del Consiglio nazionale di sicurezza e difesa di Kiev, Andrii Lisenko - ha permesso di avvicinarsi a Donetsk da nord e di chiudere uno dei canali più importanti di forniture d'armi e di mezzi militari".

Ieri il ministro della Difesa ucraino Valeri Gheletei in un'intervista alla Bbc ha dichiarato che "la vittoria delle forze ucraine è vicina", ha stimato il numero dei separatisti in 15mila uomini e ha di nuovo accusato la Russia di fornire armi e mercenari alle forze ribelli.

Secondo il ministero della Difesa di Kiev, negli ultimi mesi gli ucraini hanno versato circa 140 milioni di grivnie (8,3 milioni di euro) nell'ambito della raccolta fondi per le forze armate.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS