Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ci sarebbero 48 dispersi, secondo alcune tv ucraine, in seguito agli scontri del due maggio a Odessa tra filorussi e filo Kiev, culminati nel tragico rogo della casa dei sindacati, dove sono morti una quarantina di anti Maidan.

Stando a Olena Kitaiska, direttrice del dipartimento protezione sociale di Odessa, una parte dei dispersi potrebbe essere tra la ventina di cadaveri non ancora identificati, un'altra tra le persone arrestate dalla polizia dopo gli scontri e un'altra ancora tra persone che si sono nascoste in seguito ai disordini.

Il bilancio ufficiale degli scontri del due maggio è di 46 morti ed oltre 200 feriti.

SDA-ATS