La Russia smentisce di aver inviato in Ucraina rinforzi militari come aveva annunciato ieri il nuovo premier dell'autoproclamata Repubblica di Donetsk, Aleksandr Zakharcenko. "Lo abbiamo ribadito più volte: non abbiamo spedito nessuna fornitura militare", ha detto il portavoce del Cremlino Dmitri Peskov.

Ieri, il nuovo premier dell'autoproclamata Repubblica di Donetsk aveva annunciato che erano in arrivo in Ucraina rinforzi per i miliziani filorussi: 150 mezzi blindati, tra cui 30 carri armati, e 1.200 uomini addestrati per quattro mesi in Russia.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.