Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"La difesa comincia con la deterrenza, quindi faremo i passi necessari per chiarire al mondo che nessuna minaccia contro un alleato della Nato avrà successo". Lo dice il segretario generale della Nato, Anders Fogh Rasmussen, prima della ministeriale esteri aggiungendo che "le azioni della Russia sono inaccettabili".

"L'aggressione della Russia cambia il panorama della sicurezza" e sarà questo il tema della discussione nella ministeriale esteri di oggi, ha precisato Rasmussen.

Rasmussen, rispondendo a chi chiede conferma del ritiro di truppe annunciato da Mosca ha detto: "Purtroppo non posso confermare che la Russia stia ritirando le sue truppe. Non è questo quello che abbiamo visto".

"Il massiccio accumulo di forze militari - aggiunge Rasmussen - non può contribuire in alcun modo alla de-escaltion che vogliamo. Quindi continuo a chiedere alla Russia di ritirare le sue truppe, rispettare gli obblighi internazionali e impegnarsi in un dialogo costruttivo con l'Ucraina".

SDA-ATS