Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Non accetteremo alcuna occupazione russa in nessuna parte dell'Ucraina": lo ha detto il presidente americano Barack Obama, parlando da Tallinn a poche ore dall'inizio del vertice Nato in Galles, aggiungendo che i "confini non possono essere ridisegnati dalla canna di una pistola".

Nessun paese dovrebbe essere tenuto in ostaggio con l'energia usata come arma: per questo gli Stati Uniti aiuteranno l'Ucraina a diversificare le proprie fonti energetiche, ha spiegato Obama.

"Gli Stati Uniti lavorano per rafforzare la sicurezza dei nostri alleati della Nato e per aumentare ulteriormente la presenza militare dell'America in Europa", ha proseguito Obama, sottolineando che "la Nato difenderà sempre tutti i suoi Stati membri e i suoi alleati, compresi i paesi baltici". Anche "gli Stati Uniti - ha aggiunto Obama - difenderanno sempre i loro alleati della Nato. E questo - ha aggiunto - significa ogni alleato". Il presidente americano ha poi spiegato che "la Nato deve restare aperta all'ingresso di nuovi Stati come membri".

Quanto al problema dello Stato islamico, Obama ha indicato che "gli Stati Uniti con la comunità internazionale possono ridimensionare l'influenza dell'IS e le sue capacità finanziarie e militari fino a rendere questo problema gestibile".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS