Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente dell'Ucraina, Petro Poroshenko, ha disposto la creazione di corridoi umanitari nell'est russofono del Paese per i civili intenzionati a sfuggire al conflitto fra le forze di Kiev e gli insorti secessionisti. Finora Kiev aveva negato la necessità di questi corridoi, invocata invece dalla Russia.

"Al fine di evitare nuove vittime nella zona dell'operazione antiterrorismo (come il governo di Kiev chiama l'azione militare in corso a est, ndr), il presidente - si legge in un comunicato - ha incaricato i dirigenti delle forze dell'ordine di creare tutte le condizioni necessarie per i civili che desiderano partire".

Poroshenko ha inoltre dato ordine al governo di organizzare l'evacuazione, di prendere misure per l'assistenza medica e di creare punti mobili per distribuire acqua potabile, medicine e prodotti alimentari.

Intanto, secondo diverse fonti, sarebbero decine i morti in due diversi combattimenti a Kramatorsk, nell'est russofono dell'Ucraina.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS