Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Più di 5.000 persone sono state uccise in Ucraina dall'inizio del conflitto, a metà aprile 2014, rivela l'ultimo bilancio dell'Onu reso noto oggi a Ginevra.

L'intensificarsi delle ostilità dal 13 gennaio scorso - ha detto il portavoce dell'Alto commissariato Onu per i diritti umani, Rupert Colville - ha portato il totale delle vittime nel paese a 5.086. Temiamo che la cifra reale sia molto più elevata. Inoltre - ha aggiunto - almeno 10.948 persone sono state ferite tra la metà di aprile dello scorso anno e il 21 gennaio scorso.

Colville ha sottolineato che in soli nove giorni, dal 13 al 21 gennaio, almeno 262 persone sono state uccise a causa delle ostilità. È una media di almeno 29 uccisi al giorno e si tratta del periodo più letale dalla dichiarazione di un cessate il fuoco il 5 settembre, ha sottolineato il portavoce.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS