Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sono "almeno 1129 le persone uccise e 3442 i feriti" dall'inizio della crisi Ucraina a fine luglio. Lo ha detto L'Alto commissario Onu per i diritti umani, Navi Pillay, annunciando i dati di un rapporto Onu. "Le notizie sull'intensificarsi dei combattimenti a Donetsk e Lugansk sono allarmanti, con l'uso di armi pesanti", ha detto.

Intanto poliziotti olandesi e australiani sono in viaggio verso il sito del disastro del volo MH17 abbattuto nei dintorni di Donetsk, in Ucraina orientale, per compiere una perlustrazione. Missione che ieri era stata rinviata a causa dell'intensificarsi dei combattimenti fra le milizie filorusse e i militari di Kiev. Lo hanno constatato fonti giornalistiche sul posto.

Proprio l'abbattimento dell'aereo potrebbe costituire un crimine di guerra, ha affermato Navi Pillay. "Questa violazione del diritto internazionale, date le circostanze, potrebbe costituire crimine di guerra. È imperativo che un'indagine rapida, completa, efficace, indipendente e imparziale sia condotta su quell'episodio".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS