Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente russo Vladimir Putin "appoggia" la mediazione dell'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE) in vista di una de-escalation della crisi in Ucraina. Lo ha annunciato la stessa OSCE in un comunicato dopo la telefonata del suo presidente, lo svizzero Didier Burkhalter, con Putin.

"In una telefonata il presidente Putin ha dichiarato (a Burkhalter) che la Russia appoggia la road map e l'impegno dell'OSCE in Ucraina", si legge nella nota dell'organizzazione.

Nella notte però si è combattuto a Sloviansk, roccaforte dei separatisti filorussi nell'Ucraina orientale. Secondo il direttore di "Resistenza informativa", Dmitri Timchuk, citato dall'agenzia Unian, i ribelli avrebbero aperto il fuoco sulle postazioni delle truppe fedeli a Kiev usando anche dei mortai.

A loro volta i separatisti, citati dall'agenzia Interfax, sostengono che le forze armate ucraine hanno ripreso ieri sera le operazioni per prendere il controllo di Sloviansk.

SDA-ATS