Navigation

Ucraina: parlamentare chiede arresto Putin

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 febbraio 2012 - 15:34
(Keystone-ATS)

Un deputato ucraino indipendente, Grigori Omelcenko, ha chiesto alla procura di Kiev di arrestare il primo ministro russo, Vladimir Putin, secondo lui "complice" della allora premier ucraina, Iulia Timoshenko nell'accordo per le forniture di gas russo siglato nel 2009 tra Kiev e Mosca. Lo fa sapere l'agenzia Ria Novosti.

Secondo Omelcenko, il contratto decennale per le importazioni di gas dalla Russia a un prezzo di circa 400 dollari ogni mille metri cubi, lo stesso per il quale la leader dell'opposizione ucraina è stata condannata a sette anni di reclusione per abuso di potere, ha causato "un serio danno all'economia e alla sicurezza nazionale dell'Ucraina".

Iulia Timoshenko si trova dietro le sbarre da più di sei mesi. Da quando il suo acerrimo avversario politico, Viktor Ianukovich, è stato eletto presidente, nel 2010, sono state aperte (e a volte riaperte) numerose inchieste contro di lei ed i suoi alleati.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?