Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente russo Vladimir Putin, intervistato dalla radio francese Europe 1, ha "auspicato" che la crisi in Ucraina "non sia una nuova tappa della guerra fredda".

Non c'è nessuna "forza militare, nessun istruttore russo presente nel sud-est dell'Ucraina": ha ribadito il presidente russo, smentendo l'intenzione di voler annettere l'Ucraina. "Il potere ucraino - ha aggiunto Putin - deve organizzare un dialogo con la propria popolazione: ciò non va fatto con i carri e gli aerei ma attraverso il negoziato.

"Non è un segreto che la politica più aggressiva, più severa, è la politica americana": ha aggiunto Putin. "Ovunque nel mondo - ha continuato il presidente russo, che domani arriverà in Francia per le cerimonie dello sbarco in Normandia - ci sono basi militari americane, truppe americane, a migliaia di chilometri dalle loro frontiere". Sul fatto che a margine delle cerimonie dello sbarco non sia previsto alcun incontro tra di lui e Barack Obama, Putin risponde: "È la sua scelta, io sono pronto al dialogo".

SDA-ATS