Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I miliziani filorussi dell'est ucraino hanno reso noto di aver abbattuto nelle ultime 24 ore tre elicotteri nella regione di Donetsk e di aver conquistato due basi militari in quella di Lugansk, una delle guardie di frontiera e una della Guardia nazionale, dopo una serie di combattimenti cominciati rispettivamente l'altro ieri e ieri. Lo si legge sull'account twitter della Repubblica popolare di Donetsk.

Diversa la versione fornita sul proprio sito dal servizio delle guardie di frontiera, secondo cui il personale della base, che si trova alla periferia di Lugansk, è stato "trasferito in luoghi più sicuri".

La Guardia nazionale ha invece reso noto sul proprio sito web che una sua caserma a Lugansk è finita ieri sotto il tiro di mortai, granate e armi d'assalto dopo che i soldati avevano respinto un ultimatum ad arrendersi da parte dei 'ribelli': tre militari sono rimasti feriti e tutto l'edificio è andato distrutto nel combattimento, insieme ai veicoli della base, mentre secondo un portavoce dei filorussi i soldati si sono arresi e hanno ottenuto di tornarsene a casa.

SDA-ATS