Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'ad di Gazprom, Alexiei Miller, ha annunciato da oggi un aumento del prezzo del metano per l'Ucraina. La nuova tariffa è di 385,5 dollari per mille metri cubi. Finisce quindi lo sconto concesso a dicembre all'Ucraina del deposto presidente Viktor Ianukovich che aveva portato il prezzo da circa 400 a 268,5 dollari. Immediata la risposta di Kiev che ha rivisto al rialzo le tariffe per il transito del gas sul proprio territorio.

Miller ha giustificato l'aumento del prezzo con il mancato pagamento da parte di Kiev del gas fornito nel 2013 sottolineando che l'Ucraina ha un debito con Mosca per il gas di 1,7 miliardi di dollari.

Lo sconto concesso da Mosca era in realtà per molti analisti una sorta di premio al governo ucraino per non aver siglato un accordo di associazione con l'Ue a fine novembre.

Kiev in risposta all'aumento del prezzo del metano russo ha rivisto al rialzo del 10% le tariffe per il transito del gas sul proprio territorio che da gennaio era di 2,73 dollari per mille mc ogni cento chilometri. Lo ha reso noto l'ad di Gazprom, Alexei Miller.

SDA-ATS