Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una fossa comune con 18 cadaveri, forse di miliziani separatisti, è stata scoperta al confine tra le regioni di Donetsk e Lugansk, non lontano dal paesino di Spornii.

Lo riferisce la polizia ucraina, citata dall'agenzia Interfax, precisando che i corpi hanno addosso delle tute mimetiche con i distintivi "di unità armate illegali".

Nel 2014, ricordano le autorità ucraine, "in questa zona si sono svolte intense attività belliche".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS