Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il conflitto nel Donbass potrebbe riesplodere in ogni momento nonostante la fragile tregua sancita dagli accordi di Minsk di febbraio. Lo sostiene il presidente ucraino Petro Poroshenko.

"La minaccia della guerra - ha detto Poroshenko in una conferenza a Kiev - incombe ancora su di noi. È questa la realtà. La guerra potrebbe riesplodere in ogni momento".

Intanto le forze armate ucraine hanno accusato i separatisti del Donbass di aver violato gli accordi di Minsk lanciando dei missili Grad contro le postazioni ucraine vicino ad Avdiivka - non lontano da Donetsk - ieri sera attorno alle 21.

Inoltre, sempre secondo Kiev, i ribelli avrebbero sparato con mortai calibro 120 mm sulle postazioni ucraine vicino a Peski, Avdiivka e Cermalik. Gli accordi di Minsk siglati a febbraio prevedono il ritiro delle armi pesanti dal fronte.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS