Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I miliziani filorussi accusano le truppe di Kiev di aver usato bombe incendiarie nel villaggio di Semenovka, vicino a Sloviansk, roccaforte dei separatisti nell'Ucraina orientale.

La notizia è riportata dall'agenzia di stampa filo-Cremlino Ria Novosti, mentre la Guardia nazionale ucraina nega le accuse definendole "assurde".

Il responsabile per i diritti umani del ministero degli Esteri russo, Konstantin Dolgov, ha accusato i militari ucraini di usare "armi vietate contro gli abitanti di Sloviansk", di "sparare contro i civili in fuga" e di "uccidere i bambini".

SDA-ATS