Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"La violenza continua a peggiorare" in Ucraina e "la Russia continua a ignorare la legge internazionale e a sostenere i separatisti fornendo armi sofisticate, addestramento e forze". Lo afferma il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, arrivando nel quartier generale dell'Alleanza per la riunione dei ministri della difesa.

La Nato rafforza il suo sistema di difesa collettiva per "rispondere alle minacce a est e sud" ed oggi la ministeriale difesa darà il via libera ad un aumento nella Forza di risposta della Nato (Nrf) "da 13'000 a 30'000 soldati" e per una forza di intervento rapido (spearhead) "da 5000 soldati", ha anche indicato Stoltenberg.

Il rafforzamento della Nato non è una escalation ma "una risposta alle azioni aggressive della Russia" e "risponde ai nostri obblighi di difesa collettiva", ha sottolineato il segretario generale dell'Alleanza

Alla conferenza sulla sicurezza di Monaco Stoletenberg incontrerà il ministro degli esteri russo, Sergei Lavrov, al quale tornerà a ripetere l'appello a "ritirare le forze dall'Ucraina, rispettare gli accordi di Misnk e esercitare pressione sui separatisti".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS