Navigation

Ucraina: uomo armato prende in ostaggio 20 persone su bus a Lutsk

Presa d'ostaggio su un bus in Ucraina (archivio) KEYSTONE/EPA/SERGEY DOLZHENKO sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 21 luglio 2020 - 15:21
(Keystone-ATS)

Un uomo armato ha preso in ostaggio una ventina di persone a Lutsk, 400 chilometri a ovest di Kiev in Ucraina. Lo ha reso noto la polizia ucraina, spiegando che sono in corso trattative con l'uomo, che secondo gli agenti ha con sé degli esplosivi.

Su Facebook, la polizia ucraina ha riferito di aver isolato la città di Lutsk e di aver dato il via all'operazione 'Ostaggi' per liberare le persone che si trovano sul bus. Il ministero degli Interni di Kiev spiega che è stato l'uomo armato a mettersi in contatto telefonico con gli agenti, presentandosi come Maksim Plokhim.

Specialisti sono in contatto con il sequestratore, ha dichiarato il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un incontro con la stampa a Kiev. "Stiamo tenendo la situazione completamente sotto controllo", ha detto Zelensky, ripreso dall'agenzia Interfax.

"Conosco tutti i dettagli. Sono in contatto con i nostri specialisti a Lutsk. I professionisti - ha proseguito Zelensky - stanno lavorando e stanno facendo tutto il possibile per liberare gli ostaggi. Visto che la comunicazione con l'uomo che ha sequestrato i nostri cittadini è attualmente in corso, non posso dare ulteriori dettagli sulla faccenda adesso".

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.