Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

WASHINGTON - L'Ucraina ha annunciato che eliminerà entro il 2012 le proprie scorte di uranio fortemente arricchito. Lo ha riferito il portavoce della casa Bianca Robert Gibbs oggi a Washington poco prima dell'apertura del vertice sulla sicurezza nucleare.
Rispondendo ad una domanda, Gibbs non è stato in grado di dare maggiori dettagli, anche perché l'annuncio è stato fatto poco fa dalle autorità ucraine agli Stati Uniti.
Gibbs ha aggiunto che la decisione dell'Ucraina "è il tipo di annuncio che ci piacerebbe vedere" più spesso. Ricordando che con l'uranio in questione "si potrebbero costruire diverse bombe atomiche", Gibbs non ha voluto indicare quantità precise, limitandosi a dire che sono superiori ai 70 chilogrammi ipotizzati da un giornalista, e comunque decisamente più ingenti rispetto a quelle consegnate agli Usa dal Cile in tempi recenti.
Il sito da cui l'uranio proviene "verrà indicato domani nel tardo pomeriggio", ha precisato Gibbs poco dopo un incontro bilaterale tra il presidente americano Barack Obama ed il suo collega ucraino Viktor Yanukovich.
Il portavoce ha infine ricordato che il problema della sicurezza nucleare riguarda in particolare le ex repubbliche sovietiche dove spesso non ci sono garanzie sufficienti.

SDA-ATS