Navigation

UDC: Chiesa candidato unico alla presidenza

La Commissione cerca dell'UDC suggerisce ai vertici del partito di eleggere il consigliere agli Stati ticinese Marco Chiesa quale nuovo presidente. KEYSTONE/PETER KLAUNZER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 30 luglio 2020 - 18:56
(Keystone-ATS)

La Commissione cerca dell'UDC suggerisce ai vertici del partito di eleggere il consigliere agli Stati ticinese Marco Chiesa quale nuovo presidente. Il voto si terrà il 22 agosto all'assemblea dei delegati in programma a Brugg (AG).

Fin da subito, si legge in un comunicato pubblicato questa sera, Chiesa è stato fra i favoriti e il diretto interessato ha accettato la candidatura.

Il ticinese - viene sottolineato nella nota - è fra i rappresentati giovani del parlamento e convince per la sua chiara posizione politica, che mette al centro il benessere della Svizzera.

La commissione si felicita del fatto che il candidato provenga dalla parte latina del Paese, zona nella quale il partito si vuole rinforzare, in particolare in Romandia.

Oltre a questo, provenendo da un cantone di Confine, Chiesa lotta da anni contro l'immigrazione incontrollata, il traffico sulle strade, i crescenti prezzi degli immobili e la concorrenza sleale sui mercati, che provocano dumping salariale.

Chiesa - sposato e padre di due bambini - si è laureato in economia d'impresa presso l'Università di Friburgo. Parla correntemente italiano e francese, così come un buon tedesco.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.