Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

UDC: davanti al popolo Rösti ha vinto meno di Brunner e Maurer

Albert Rösti è il meno vincente degli ultimi tre presidenti UDC.

KEYSTONE/ANTHONY ANEX

(sda-ats)

L'attuale presidente UDC Albert Rösti ha assai meno successo nelle votazioni federali rispetto ai suoi predecessori: lo rivela un'analisi effettuata dal Blick su tutti gli appuntamenti con le urne (ad eccezione delle elezioni) avvenuti dal 1996.

Le vittorie UDC davanti al popolo contro una maggioranza parlamentare di parere opposto sono state solo 1 su 9 (11%) nell'era Rösti. Toni Brunner (presidente dal 2008 al 2016) aveva invece raggiunto il 21% (7 su 34) e ancora meglio aveva fatto Ueli Maurer (1996-2008), che può vantare il 28% (8 su 29).

La tendenza è confermata anche dall'analisi della quota di cittadini che hanno votato secondo quanto consigliato dall'UDC. Nelle dieci votazioni affrontate Rösti ha avuto una media del 37% a favore: i rispettivi dati per Brunner e Maurer sono rispettivamente 40% e 46%.

Nell'era di Brunner figurano anche le due uniche iniziative UDC accolte dal popolo, quella sull'espulsione di criminali stranieri (2010) e quella sull'immigrazione di massa (2014). Stando al Blick dall'analisi in generale balza all'occhio che Maurer ha cercato una decisione alle urne meno spesso che i suoi successori.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.