Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La neutralità svizzera è credibile soltanto se il Paese possiede un esercito forte. Per questo la Confederazione deve dotarsi di nuovi aerei da combattimento. Lo ha dichiarato il presidente dell'Unione democratica di centro, Toni Brunner, aprendo l'assemblea dei delegati del suo partito oggi a Näfels (GL).

Gli avvenimenti attuali in Ucraina dimostrano come uno Stato debba essere capace di difendersi. La Svizzera, in quanto Paese neutrale, può essere credibile soltanto se è in grado di proteggere il suo territorio. Occorre quindi un esercito forte, ha sottolineato il consigliere nazionale sangallese.

Colui che si oppone all'acquisto dei Gripen è sicuramente un impiegato del Gruppo per una Svizzera senza Esercito che vuole "abbandonare il nostro Paese senza protezione alcuna allo straniero", ha aggiunto Toni Brunner.

Ritornando sulla votazione del 9 febbraio scorso contro l'immigrazione di massa, il presidente dell'UDC ha deplorato come vi siano resistenze per tentare di non applicare la volontà popolare. Toni Brunner se l'è poi presa con la televisione svizzera di servizio pubblico che - a suo parere - diffonde notizie distorte e false sull'argomento.

SDA-ATS