Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Durante l'esame in Consiglio Nazionale, l'Unione democratica di centro (UDC) non sosterrà l'iniziativa dell'Associazione ecologia e popolazione (Ecopop). Questa chiede che, accanto a una drastica limitazione dell'immigrazione, almeno il 10% dei fondi stanziati dalla Confederazione per l'aiuto allo sviluppo siano utilizzati per misure di pianificazione familiare nei paesi interessati.

Secondo la maggioranza del gruppo parlamentare UDC, l'iniziativa di Ecopop non è efficace soprattutto perché stabilisce una limitazione "fissa e puramente quantitativa" dell'immigrazione. Inoltre "la Svizzera non deve immischiarsi nella politica famigliare degli altri Paesi", scrive il gruppo parlamentare in una nota odierna.

L'UDC ritiene che una risposta ai timori degli svizzeri riguardo all'immigrazione è già stata data lo scorso 9 febbraio con l'accettazione popolare dell'iniziativa "contro l'immigrazione di massa". Il partito preferisce quindi concentrarsi sulla messa in atto del proprio testo.

Governo e Consiglio degli Stati hanno già espresso parere negativo sull'iniziativa di Ecopop e probabilmente il Nazionale andrà nella stessa direzione.

SDA-ATS