Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I delegati dell'Unione democratica federale (UDF), riuniti oggi in assemblea a Olten, raccomandano di approvare il prossimo 25 settembre la modifica della Legge federale sulle attività informative. No invece alle iniziative popolari "AVSplus" ed "economia verde".

La sicurezza degli abitanti è un dovere importante per lo Stato, ha fatto valere la maggioranza dei delegati UDF (36 voti a favore, 24 contrari e 11 astenuti). A loro avviso, la revisione della legge federale deve prendere in considerazione i cambiamenti tecnici e l'evoluzione della situazione della minaccia. La nuova legislazione contiene le disposizioni necessarie per prevenire gli abusi dei "servizi segreti" elvetici.

Per quanto riguarda l'iniziativa "Per un'economia sostenibile ed efficiente in materia di gestione delle risorse", l'UDF (61 sì, contro 6 no) è del parere che la Costituzione e le leggi contemplino già disposizioni efficaci in materia. La Svizzera occupa già posizioni d'avanguardia in diverse valutazioni europee sull'ecologia. Inoltre, un "sì all'iniziativa implicherebbe costi burocratici e non cambierebbe nulla al comportamento ambientale delle persone.

Infine, il testo "AVSplus: per un'AVS forte" è stato bocciato con 64 voti contro 2 e 4 astenuti. I delegati non vogliono una politica dell'innaffiatoio e sottolineano l'importanza della responsabilità personale nel finanziamento dell'AVS.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS