Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BRUXELLES - "Un passo importante che contribuira' a rendere piu' forte il sistema finanziario statunitense ed internazionale": cosi' il commissario Ue ai servizi finanziari, Michel Barnier, commenta la riforma di Wall Street appena varata dal Senato statunitense, sottolineando come "anche l'Europa stia facendo buoni progressi nell'attuazione della road map del G20". "Ed e' essenziale - aggiunge Barnier - che gli impegni del G20 siano tradotti in pratica a livello internazionale contemporaneamente".
Un invito, quest'ultimo, che sembra rivolto al Consiglio e al Parlamento Ue, che stentano ancora a trovare un'intesa su diversi punti, primo fra tutti la riforma europea della vigilanza finanziaria su banche, assicurazioni e mercati. "Mi auguro che a settembre - afferma il commissario Ue - gli Stati membri e il Parlamento europeo concludano i negoziati in corso sulla supervisione e sui fondi alternativi di investimento", vedi gli hedge o i private equity. Inoltre, Barnier ricorda come la Ue stia lavorando anche sul fronte di un fondo per la risoluzione delle crisi bancarie cosi' come alla regolazione delle vendite allo scoperto e dei derivati finanziari, vedi i credit default swap.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS