Navigation

UE: bilancio; parlamento conferma, aumento +4,9% per 2012

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 giugno 2011 - 10:41
(Keystone-ATS)

L'Europa deve continuare ad investire a sostegno dell'istruzione, dell'inclusione sociale, della riduzione della povertà e per lo sviluppo di una società basata sulla conoscenza. È l'obiettivo dei membri della Commissione bilancio del Parlamento europeo che hanno approvato una proposta di aumento delle risorse per il bilancio del 2012 pari al +4,9% rispetto al budget dell'anno in corso.

È stato di fatto confermato il progetto di bilancio presentato il 20 aprile, che prevede 147,435 miliardi di euro per i cosiddetti stanziamenti di impegno e 132,738 miliardi di euro per i pagamenti. Tali cifre equivalgono rispettivamente all'1,12% e all'1,01% dei Pil nazionali. Gli eurodeputati hanno poi messo in guardia il Consiglio dal fare "tagli orizzontali" nei bilanci senza che esigenze reali lo richiedano.

Il Parlamento europeo ha inoltre proposto l'utilizzazione del Fondo di solidarietà per il sostegno finanziario di Slovenia, Croazia e Repubblica Ceca. Questi Paesi sono stati colpiti da inondazioni nel 2010, ma l'aiuto previsto (19,5 milioni di euro) non è ancora arrivato a causa di una disputa tra Parlamento e Consiglio per stabilire da dove debba provenire il denaro.

Il Parlamento ha votato ad ampia maggioranza a favore dello storno dei fondi per i grandi progetti energetici non spesi quest'anno a causa di ritardi di esecuzione. La relatrice polacca Sidonia Elzbieta Jedrzejewska (Ppe) ha sostenuto la proposta di utilizzare 182,4 milioni di euro dei fondi non spesi per ripristinare la riserva del Fondo di solidarietà. Il Consiglio, invece, propone che la cifra necessaria per aiutare Slovenia, Croazia e Repubblica Ceca venga prelevata dal Fondo sociale europeo.

La Commissione per il bilancio del Parlamento europeo ha, inoltre, approvato a larga maggioranza finanziamenti Ue per 20,4 milioni di euro in favore di 1.775 lavoratori licenziati in Danimarca da due cantieri navali (LM Glasfiber e Odense Steel Shipyard).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?