Navigation

Ue: Francia ritira sua proposta su Efsf-banca

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 ottobre 2011 - 14:16
(Keystone-ATS)

La Francia ha ritirato la sua proposta per fare del fondo salva-Stati Efsf una banca e dargli così la possibilità di rifinanziarsi presso la Bce. Lo ha reso noto il ministro delle finanze olandese Jan Kees de Jager. La proposta di Parigi era uno dei principali motivi alla base della scontro con la Germania.

Il ministro olandese ha poi precisato che sul tavolo del Consiglio restano ora altre due opzioni per aumentare la 'potenza di fuoco' dell'Efsf, senza però indicare quali. Secondo le informazioni raccolte a margine dell'Ecofin, i ministri starebbero valutando l'ipotesi di dare all'Efsf la possibilità di assicurare parte dei debiti sovrani. Sul tavolo dei ministri anche l'idea di creare un nuovo strumento 'ad hoc', a cui parteciperebbero Efsf e Fmi, con il compito di acquistare titoli pubblici dei Paesi sotto attacco. In altro modo, quest'ultimo, per aumentare considerevolmente la capacità di intervento delle istituzioni internazionali sui mercati.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?