Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Vogliamo costruire un'Europa comune": con queste parole la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente francese François Hollande hanno inaugurato nel pomeriggio una due giorni di incontri organizzati nel distretto elettorale della Merkel, nel Land tedesco del Meclemburgo-Pomerania anteriore.

A Sassnitz, sulla splendida isola di Rügen, la cancelliera e il presidente inizieranno a discutere molti temi bilaterali e internazionali, tra cui certamente la crisi ucraina. In agenda anche la possibile fusione di Alstom e Siemens, candidata favorita dell'esecutivo francese rispetto alla concorrente statunitense General Electric.

Domani l'incontro proseguirà nella cittadina di Stralsund, feudo elettorale dove la cancelliera continua a vincere il suo seggio parlamentare dal 1990. Per Hollande l'invito di Merkel è "un gesto meraviglioso". Il presidente francese ha colto l'occasione per ricordare la fine della Seconda guerra mondiale nel 1945, e ha definito il 9 maggio come "il giorno dell'Europa, che oggi noi celebriamo insieme in un'atmosfera rilassata".

Merkel ha ricordato come l'incontro sia anche una possibilità per il presidente Hollande di conoscere la sua patria. "Di fronte ai tanti problemi che abbiamo da discutere, è certamente una buona base di partenza", ha considerato la cancelliera.

SDA-ATS