Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'Antitrust Ue ha imposto una multa da 137,789 milioni di euro complessivi a Melco (Mitsubishi Electric) e Hitachi per un cartello su alternatori e motori di avviamento per auto insieme a Denso, che però ha rivelato l'intesa illegale e quindi non è stata sanzionata.

Tutte e tre le società giapponesi hanno riconosciuto il loro coinvolgimento in un'intesa durata oltre cinque anni tra il 2004 e il 2010 in cui hanno coordinato i prezzi, e hanno quindi ottenuto uno "sconto" sulla multa.

Anche se il cartello è avvenuto al di fuori dell'Europa, tramite regolari incontri telefonici, in ristoranti e negli stessi uffici delle società, questo ha avuto comunque un impatto sui consumatori europei, in quanto le parti dei motori sono state direttamente vendute ai produttori auto Ue. Le tre società si sono coordinate sui prezzi per i bandi di gara e chi avrebbe dovuto vincerli, hanno condiviso informazioni sensibili su progetti auto per spartirseli, e hanno scambiato informazioni commercialmente sensibili. Melco dovrà pagare una multa di 110,929 milioni e Hitachi di 26,86 milioni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS