Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il tasso d'inflazione nei Paesi della zona dell'euro è salito del 2,4% in febbraio, contro il 2,3% del mese precedente. Lo comunica Eurostat, l'ufficio europeo di statistica, che conferma così la sua stima flash del primo marzo.

Nell'Unione europea, invece, il tasso d'inflazione è rimasto stabile al 2,8%. I livelli più bassi sono stati registrati in Irlanda (0,9%), Svezia (1,2%) e Francia (1,8%), quelli più elevati in Romania (7,6%), Estonia (5,5%) e Bulgaria (4,6%).

A far crescere l'indice dei prezzi al consumo nella zona dell'euro hanno contribuito soprattutto il settore dei trasporti (5,7%), dell'alloggio (4,9%), così come delle bevande alcoliche e dei tabacchi (3,5%). Mostrano invece un segno negativo gli articoli d'abbigliamento (-2,6%) e delle comunicazioni (-0,4%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS