Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - In un'intervista al domenicale "SonntagsBlick", il consigliere federale Ueli Maurer si rallegra che in Svizzera sia stata avviata una discussione sull'islam. Tuttavia i divieti di costruire minareti o di portare il burqa non risolveranno i problemi, rileva il ministro della difesa.
"La popolazione elvetica è riuscita a far cadere un tabù. In questo senso, il risultato della votazione (del 29 novembre) è un buon segno", aggiunge Maurer. A lungo termine, si tratta di permettere una buona coabitazione tra le diverse culture.
Idee quali la proibizione del burqa devono essere abbandonate, perché "non risolvono i problemi". Ma "per il momento non ho altre soluzioni concrete da presentare", afferma ancora il consigliere federale UDC.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS