Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

A ogniuno il suo conteggio

Keystone/STEFFEN SCHMIDT

(sda-ats)

Gli inquilini pagheranno d'ora in poi solo per l'energia e l'acqua che consumano effettivamente.

L'Ufficio federale dell'energia (UFE) ha pubblicato il nuovo modello di calcolo individuale dei costi che, oltre ad essere più trasparente ed equo, si ripropone anche di favorire il risparmio energetico.

È nell'interesse degli inquilini avere un conteggio individuale, ha spiegato Olivier Meile, responsabile del settore Edilizia e tecnologia dell'UFE, in una conferenza stampa a Berna. Per l'elettricità ognuno paga per quanto effettivamente consuma, per l'acqua deve essere la stessa cosa.

Nelle case plurifamiliari con sistema di approvvigionamento centralizzato il consumo di energia e di acqua presenta notevoli differenze da un'abitazione all'altra a seconda del comportamento dei singoli inquilini. Per l'energia le spese possono variare dal semplice al triplo, per l'acqua addirittura la fattura può moltiplicarsi per otto in appartamenti della stessa grandezza, ha sottolineato Patrik Lanter, presidente dell'Associazione svizzera per il conteggio dei costi di riscaldamento e acqua (ASC). Stando ad un'inchiesta dell'ASC - che ha collaborato con l'UFE all'elaborazione del nuovo modello - i costi per abitazione per acqua ed energia oscillano fra i 687 e i 2032 franchi, con una media di 1202 franchi.

Un sistema di conteggio dei costi basato sul principio di causalità migliora la trasparenza ed è uno stimolo per evitare lo spreco di risorse, ha aggiunto Lanter. Il nuovo modello sarà applicato da quest'anno alle nuove costruzioni e agli edifici risanati che raggiungono lo standard di quelli nuovi dal profilo energetico siano essi ad uso abitativo o industriale.

La documentazione destinata alle ditte incaricate di elaborare i conteggi, ai responsabili del settore dell'edilizia e ad amministrazioni e proprietari di immobili contiene consigli validi anche per le due precedenti direttive in materia, in particolare quello di allegare ai conteggi presentati agli inquilini anche grafici di facile comprensione e cifre che permettano di avere una visione d'insieme e che inducano al risparmio.

Grazie al nuovo modello inoltre le modalità di conteggio, che attualmente variano da un cantone all'altro, saranno armonizzate in tutta la Svizzera.

SDA-ATS