Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un'inchiesta amministrativa scagiona Jürg Marti, l'ex direttore dell'Ufficio federale di statistica (UST) dimessosi con effetto immediato il 20 febbraio scorso. I rimproveri che gli erano stati mossi dalla stampa non hanno trovato conferma, ha precisato oggi il Dipartimento federale dell'interno (DFI) in una nota.

Jürg Marti era stato accusato anonimamente di sessismo e inosservanza di direttive. In base all'indagine amministrativa richiesta dalla Segreteria generale del DFI, non sono emersi elementi a suffragio di questi elementi.

La causa principale del lungo conflitto all'interno dell'UST sfociato nelle critiche anonime mosse contro l'allora direttore Marti è dovuta in primo luogo "a un diverso modo di concepire la conduzione dell'ufficio". La difficoltà di far capire i problemi a persone estranee all'ambiente dell'UST ha indotto alcuni collaboratori a rivolgersi ai media, precisa oggi una nota.

Inoltre, l'inchiesta ha mostrato che i rapporti fra l'ufficio e le associazioni del personale erano sostanzialmente corretti, si legge nel comunicato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS