Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

PECHINO - La decisione presa ieri dal Consiglio federale di accogliere per motivi umanitari due detenuti uiguri provenienti dal carcere di Guantanamo "minerà sicuramente i rapporti" fra Svizzera e Cina. Lo ha detto Ma Zhaoxu, portavoce del ministero degli esteri cinese, oggi in conferenza stampa a Pechino.
Secondo Ma i due fratelli erano membri di un'organizzazione terroristica, il movimento islamico del Turkestan orientale. Pechino aveva avvertito Berna che se avesse accolto i due uiguri sarebbe andata incontro a un peggioramento delle relazioni. "I terroristi di presunta nazionalità cinese, qualunque sia la loro etnia, devono essere rimpatriati in Cina", ha ribadito il portavoce.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS