Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un dipinto di Picasso, "Donna seduta con cappello rosso", per oltre mezzo secolo era stato ritenuto smarrito. Ora è stato ritrovato in una cantina, di un museo dell'Indiana, che però lo considera "troppo impegnativo" e ha deciso di venderlo, all'asta.

Considerato come un quadro semplicemente ispirato a Picasso, il dipinto era stato attribuito ad un pittore di nome 'Germmaux' ed era finito nel deposito dell'"Evansville Museum of History & Science", che lo aveva ricevuto in dono nel 1963 da un industriale, Raymond Loewy. Ora, invece, è emerso che 'Germmaux' è un nome riferito alla rara tecnica usata dal genio calano per assemblare pezzi di vetro assieme al colore e che l'opera si deve a Picasso in persona.

"Brilla come un gioiello", ha affermato John Streetman, direttore esecutivo del museo di Evansville; il cui consiglio di amministrazione ha però stabilito che, dopo aver valutato tutti i requisiti e le spese necessari per esporre, conservare, garantire e assicurare l'opera "è chiaro che si tratta di costi addizionali che porrebbero un fardello finanziario proibitivo per il museo".

E pertanto, la "Donna seduta" andrà all'asta a New York, anche se ancora non si quando e a quale prezzo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS