Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un profugo tunisino di 21 anni ha raggiunto la Svizzera nascondendosi sotto il pullman del FC Zurigo. A causa dei disordini scoppiati in Tunisia, la squadra di calcio della città sulla Limmat era dovuta rientrare anticipatamente, lo scorso 16 gennaio, da un ritiro a Sousse. Il pullman è stato riportato in Svizzera nelle prime ore di sabato scorso.

Il tunisino è stato visto uscire la mattina presto di sabato dal vano di una ruota. A scoprirlo sono stati gli addetti alla pulizia del veicolo, che hanno allarmato le forze dell'ordine. L'uomo è stato acciuffato dopo una breve fuga ed è stato identificato sulla base del passaporto che aveva con sé.

Secondo la polizia zurighese, il tunisino è arrivato a Zurigo, nascondendosi in un piccolo vano, rannicchiato su una lamiera ed aggrappato a dei cavi. Il 21enne avrebbe fatto l'intero tragitto durato 30 ore: da Sousse a Tunisi, poi sul traghetto fino a Genova e quindi nuovamente su strada fino a Zurigo, con una pausa nella zona di Milano.

Non sappiamo come sia riuscito a fare il viaggio, ha detto all'ATS il portavoce della polizia cittadina Marco Cortesi. La cavità sotto il pullman è molto angusta ed è sorprendente che l'uomo sia arrivato indenne fino a Zurigo.

Agli agenti che lo hanno interrogato il tunisino ha dichiarato di essersi nascosto sotto il pullman a Roma. Gli inquirenti non credono però alla sua versione. Dopo l'interrogatorio, il tunisino è stato deferito al ministero pubblico di Zurigo con l'accusa di entrata illegale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS