Navigation

UNESCO: adesione Palestina, Israele congela contributo

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 novembre 2011 - 14:55
(Keystone-ATS)

Israele ha annunciato che congelerà il suo contributo all'UNESCO dopo la decisione di fare entrare i palestinesi nell'organizzazione per la cultura e la scienza dell'ONU.

Secondo quanto annunciato dal suo ufficio, il primo ministro israeliano Benyamin Netanyahu ha ordinato il congelamento della quota di partecipazione di Israele al bilancio dell'UNESCO, che è di due milioni di dollari. Il passo, è stato precisato, è in risposta alla decisione dell'UNESCO di ammettere la Palestina come stato membro.

Israele si oppone all'ammissione della Palestina a questo e ad altre organizzazioni dell'ONU perché sostiene che uno stato palestinese potrà nascere solo con un negoziato di pace diretto e senza condizioni preliminari e non per mezzo di iniziative unilaterali.

La decisione israeliana giunge dopo quella degli Stati Uniti che per gli stessi motivi hanno congelato la loro quota di partecipazione all'UNESCO.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?