Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I migranti in marcia da Budapest ai confini con l'Austria sarebbero "migliaia", non centinaia. Lo sostiene su Twitter James Mates, giornalista della britannica ITV che sta seguendo passo dopo passo quello che non esita a definire "un esodo".

"Ho sottostimato i numeri", scrive infatti a proposito di un suo tweet precedente. "Ci sono migliaia di persone su questa strada".

Intanto i media locali, che citano i servizi di soccorso, riferiscono di un morto fra i circa 300 migranti che hanno rotto il blocco della polizia a Bicske, fuggendo sulle rotaie.

Si tratta di un pachistano, di circa 50 anni. Secondo le prime notizie sarebbe caduto sui binari mentre fuggiva dalla polizia e avrebbe battuto la testa. La polizia ha aperto un'inchiesta.

Nel pomeriggio i migranti hanno forzato i blocchi di polizia attorno al treno sul quale si trovavano da ieri, e si sono sparpagliati sulle rotaie, per fuggire.

Le forze dell'ordine ungheresi avevano infatti impedito a chi rifiutava di dirigersi al campo di accoglienza nelle vicinanze, di lasciare il convoglio.

Alcuni sono fuggiti attraverso i campi, poi hanno iniziato a camminare lungo le rotaie verso Gyoer (città in direzione ovest), altri invece verso Budapest.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS