Navigation

Ungheria: strage familiare con roncola

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 aprile 2012 - 16:35
(Keystone-ATS)

L'uomo arrestato oggi in Ungheria per l'omicidio di quattro familiari ha ucciso usando una roncola. Lo rende noto la polizia ungherese, aggiungendo che l'uomo si chiama Csanad Horvath e ha 24 anni, e smentendo che prima di arrendersi avesse preso degli ostaggi.

Le forze antiterrorismo lo hanno catturato sulle rive del Danubio, a circa 300 metri dalla casa di famiglia, nel villaggio di Kulcs, 60 chilometri a sud di Budapest. Qui, spiega la polizia, con la roncola ha ucciso il padre, un fratello, i nonni, ferendo altre tre persone, due delle quali, fra le quali la madre, sono in gravi condizioni.

Il padre, si è appreso, era un imprenditore edile, noto nel villaggio. Secondo il portavoce della polizia, 135 agenti hanno partecipato all'azione. In un primo momento si era detto che Horvath tenesse degli ostaggi nella casa, una notizia si è rivelata poi non essere vera.

L'uomo non ha opposto resistenza ai poliziotti, membri delle unità speciale, ed è stato poi trasferito in ospedale perchè era ferito anche lui. Secondo la polizia, le sue ferite non risalgono ai momenti della cattura, ma prima.

Il sindaco del comune ha detto ai giornalisti che la famiglia conduceva una vita era "normale", i vicini non avevano sentito litigi, neanche in passato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?