Navigation

Ungheria: ue, tassa internet cattiva per paese ed europa

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 ottobre 2014 - 15:08
(Keystone-ATS)

La tassa sul consumo di internet dell'Ungheria è "un'idea molto cattiva" sia per il paese che per l'Europa in quanto "se Budapest rappresenta un precedente diventa un problema per tutti gli stati membri". Così il portavoce della commissaria Ue Neelie Kroes, sottolineando che questa "continuerà a sostenere le proteste contro questa tassa che è "l'ultima misura di una serie prese a livello nazionale che limitano la libertà". C'è infatti una "questione più grande in gioco", in quanto "internet è una risorsa globale" e "qualsiasi governo che adotti una tassa di questo tipo si dimostrerà che sbaglia". Per di più l'Ungheria, ha ricordato il portavoce, è "al di sotto della media Ue in tutti gli indicatori dell'agenda digitale".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?