Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'Ungheria ha interrotto il transito di gas verso l'Ucraina dopo che ieri il governo di Viktor Orban ha raggiunto un nuovo accordo con la compagnia russa Gazprom. La compagnia ungherese Fgsz ha interrotto il flusso ieri alle 18, per un periodo indefinito di tempo, citando l'aumento della domanda interna.

La sospensione segue l'accordo tra Gazprom e il governo magiaro, che prevede un aumento delle importazioni del gas russo nel periodo invernale. Orban ha detto oggi di aver raggiunto l'accordo con il Ceo di Gazprom, Alexey Miller, citando la necessità di riempire le riserve. Oggi le strutture per lo stoccaggio sono piene al 60%, ha aggiunto Orban.

La società ungherese Fgsz assicurava 6,1 miliardi di metri cubi all'anno all'Ucraina, dal marzo 2013. La compagnia ucraina Neftogaz ha appreso la notizia con disappunto: "Una decisione del genere va contro i principi base di un mercato unico europeo dell'energia", ha affermato la società.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS