Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - L'assemblea dei delegati del sindacato Unia ha dato oggi il via libera alla campagna referendaria contro lo smantellamento dell'assicurazione contro la disoccupazione. I delegati hanno infatti appreso che il referendum riuscirà e che la votazione si terrà il 26 settembre.
Unia deplora il fatto che le trattenute salariali per la disoccupazione siano meno elevate per i salari alti. Se chi guadagna molto pagasse come gli altri, l'assicurazione disoccupazione non avrebbe deficit e non sarebbero necessarie misure di risanamento, sottolinea il sindacato.
I delegati hanno pure adottato formalmente il testo dell'iniziativa per l'introduzione di un salario minimo legale. Questo dovrà essere fissato a 22 franchi l'ora nel 2011 ed essere regolarmente adattato.
Unia ha pure adottato una risoluzione contro lo smantellamento sociale nella zona euro e chiede l'imposizione dei bonus. Ancora una volta le vittime di questa nuova crisi speculativa sono i lavoratori, afferma il sindacato. Unia invita pure il governo svizzero ad impegnarsi per l'introduzione a livello internazionale di una tassa sulle transazioni finanziarie.

SDA-ATS