Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Negli atenei e nelle scuole universitarie professionali gli alunni con origini straniere sono sotto rappresentati: nel 2013 il 28% degli studenti aveva un passato di migrazione, a fronte di una quota del 41% nella popolazione residente tra i 18 e i 34 anni. Questo è quanto rileva l'Ufficio federale di statistica (UST) nella pubblicazione sulle condizioni degli studi e di vita. Un lavoro che per la prima volta tiene conto anche dello status di migrazione.

Secondo l'UST lo scorso anno il 19% degli studenti erano immigrati di prima generazione, quindi nati all'estero. La maggior percentuale degli studenti con passato migratorio (31%) erano iscritti a Scuole superiori universitarie. Mentre nelle Scuole universitarie professionali (SUPSI) essi ammontavano al 28% e nelle Alte scuole pedagogiche (DFA) al 16%.

Nel semestre autunnale 2012/2013 37'200 dei 185'700 iscritti alle scuole superiori svizzere erano cittadini propriamente stranieri. Dall'indagine del 2005 questa quota è aumentata di 5 punti al 20%. Il 59% degli studenti stranieri proveniva da paesi confinanti con la Svizzera.

SDA-ATS