Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Attenzione alle minacce e agli insulti proferiti via Facebook

KEYSTONE/AP/MATT ROURKE

(sda-ats)

Gli insulti e le minacce proferite su Facebook nei confronti del capo dell'Ufficio della migrazione sangallese sono costate caro a un 45enne svizzero.

La procuratrice cantonale ha condannato l'uomo con decreto d'accusa a 90 aliquote da 110 franchi l'una per un periodo di prova di tre anni, nonché al pagamento di una multa di 300 franchi e dei costi di giustizia per 400 franchi.

Oltre agli insulti messi in rete in relazione ad un caso di espulsione verso la Serbia di un giovane, il condannato ha invitato il funzionario a "spararsi un colpo".

Qualora venisse ripristinata la pena di morte in Svizzera, il 45enne si era anche messo a disposizione come boia per porre fine ai giorni del malcapitato impiegato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS