Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il governo urano ha ribadito oggi la sua opposizione alla costruzione di una seconda galleria al San Gottardo durante i lavori di risanamento di quella esistente. Il Consiglio di Stato era stato sollecitato da un'interpellanza del gruppo PLR, nella quale si chiedeva perché l'esecutivo si opponesse al progetto del Consiglio federale.

Secondo Altdorf, la costruzione di un secondo tunnel non si giustifica neanche per motivi di sicurezza. Il governo urano si basa su uno studio dell'Ufficio prevenzione infortuni (Upi), secondo cui con l'ampliamento della galleria a due canne, ma con una sola corsia di marcia per tubo, gli incidenti diminuirebbero "soltanto in modo marginale".

Stando al rapporto dell'Upi, basta che il traffico cresca di un modesto 3%, ossia di 500 veicoli in più al giorno, per annullare il guadagno in materia di sicurezza ottenuto grazie al raddoppio. Per l'Upi, il numero di morti diminuirebbe sì all'interno della galleria, ma aumenterebbe sul resto dell'A2 da Basilea a Chiasso.

Il Consiglio di Stato urano e gli abitanti del cantone si sono già espressi più volte contro una seconda galleria stradale, perché - a loro avviso - essa contraddice chiaramente quanto prevede l'iniziativa delle Alpi accettata dal popolo nel 1994.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS