Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BARCELLONA - Il sesso è più "gioioso e innovativo" quando si è più maturi, a 50-60 anni, e non a 30-40 anni come si tende ad immaginare. A rivelarlo è un'indagine condotta da Astra Ricerche, presentata al 25/o Congresso europeo di urologia a Barcellona.
Un risultato che si spiega un po' per la maggiore esperienza di vita, un po' per il maggiore accesso alle informazioni. In particolare, secondo lo studio, il 47% dei 30-60enni è definibile come "positive sex people", cioè come una persona con un rapporto gioioso nei confronti del sesso. Costoro si descrivono ottimisti ed estroversi, innovatori, informati, attenti all'etica e privi di complicazioni.

SDA-ATS